Funzionamento del Memo-Mouse

Ritorna alla homepage !

Il Memo Mouse e' prodotto dalla Uwatec ed e' un'interfaccia ed un buffer allo stesso tempo. E' alimentato a batteria (9V) ed e' possibile scaricarvi un'intera vancanza di immersioni, e superare cosi' il limite di 210 minuti dell'Aladin, per poi scaricarli una volta a casa, nel proprio PC.

Non ci sono bottoni sul Memo Mouse, solo due diodi luminosi che danno informazioni circa il successo del trasferimento dei dati nel MemoMouse. Come e' noto, il MemoMouse funziona solo con la versione Windows di DataTRAK/DataTALK.

Il MemoMouse ha due cavi, che vanno collegati come per la versione DOS dell'interfaccia. Facendo partire la funzione Logbook i dati dall'Aladin sono facilmente trasferiti. Dopo il collegamento il LED verde lampeggia ed annuncia una tensione di batterie sufficiente. Dopo la trasmissione il LED verde rimane acceso per altri 4 secondi per confermare un trasferimento positivo. Il LED rosso mostra eventuali errori di trasmissione. Ma perche' c'e' bisogno del Memo Mouse ?

L'Aladin ha una memoria limitata e puo' memorizzare solo 210 minuti di immersione. Per ragioni a me incomprensibili, si possono richiamare dall'Aladin solo i dati delle ultime 19 immersioni, mentre con l'aiuto dell'interfaccia o del MemoMouse si hanno i dati dell ultime 37 immersioni. Soltanto le immersioni degli ultimi 210 minuti hanno il profilo memorizzato, delle altre (fino a 37) sono conservati i dati di base (prof. massima, temperatura, tempo di immersione, intervallo di superficie) Il PC si basa sul tempo di sistema per attribuire la data e l'ora corretta alle immersioni.

Suddivisione della memoria nell'Aladin

Il Memo Mouse memorizza 66 ore di immersione complete di profili. Naturalmente il MemoMouse non va portato sott'acqua, e dopo l'immersione occorre scaricare i dati nel MemoMouse prima che si abbiano sovrascritture nell'Aladin. I dati di diversi Aladin possono essere scaricati in un unico MemoMouse.

I dati di tre 3 computer (A;B;C) sono memorizzati in un unico MemoMouse

In questo caso sono memorizzati i dati di 3 computer nel MemoMouse, nell'ordine: A-C-B-A-A-B-B-C-A. Il computer A ha scaricato nella memoria del MemoMouse 4 profili, il B tre e il C due. Una volta a casa, il MemoMouse puo' essere collegato al PC e i dati scaricati normalmente e processati come al solito.

In conclusione, non ho ancora informazioni per la "clonazione", ma credo sia un progetto che va oltre le capacita' di un autocostruttore amatoriale. In ogni caso ho aperto il mio per vedere come era fatto e l'ho fotografato:

Sembra piuttosto complicato, o no ?

Ritorna alla homepage!


Matthias Heinrichs
Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 1999
Partenza del contatore: 10 Aprile 1998